Lo shipping, i buoni esempi e la necessità di regole comuni

Ecologico, sicuro, sostenibile: gli aggettivi che accompagnano il trasporto marittimo testimoniano la sua innata capacità di limitare l’impatto sull’ambiente. Ma il percorso verso le emissioni zero è ancora lungo, e non sempre semplice. Proviamo a ricordare perché lo shipping non può sottrarsi alla più grande prova di maturità della sua storia.

Verso un’economia sostenibile: dagli slogan ai fatti

Raggiungere un equilibrio tra difesa dell’ambiente e tutela del Pianeta, e delle generazioni che verranno, è un traguardo di fronte al quale nessuno può tirarsi indietro. Molto in questi anni è stato fatto, ma gli obiettivi rimangono molto difficili da centrare. Il settore della logistica è chiamato ad affrontare una autentica rivoluzione, alla base della quale il fattore decisivo è la quantità di investimenti disponibili.

Il coraggio delle scelte

HELVETIUS

Senza la rete infrastrutturale realizzata nel Dopoguerra, l’Italia non avrebbe mai potuto competere con le altre economie europee. Oggi è arrivato il momento di restituire vigore a quello slancio, mettendo le opere finanziate dal PNRR al servizio della crescita, dello sviluppo, del lavoro. Per centrare questo obiettivo è necessaria la partecipazione attiva dell’intero cluster logistico, chiamato a governare un momento cruciale per il futuro del Paese.

Restituire dignità al trasporto su gomma

“L’autotrasporto, e il trasporto nel suo complesso, non rientrano fra le priorità del governo. Non è un caso che il Ministero competente, quasi in un impeto di vergogna repressa, abbia sostituito il termine ‘trasporti’ con ‘mobilità sostenibile’. L’autotrasporto, che muove l’80% delle merci nel Paese, rischia di non essere più italiano”. Nella denuncia di Maurizio Longo c’è tutta la rabbia di un settore che pretende di essere ascoltato e accompagnato verso una svolta di sostenibilità, sociale e ambientale, da sempre promessa e non ancora realizzata.

“Carburante alle stelle, fermi gli autotrasportatori sardi. E i corrieri  bloccano le consegne da e per l’isola”

Cagliari – Si inasprisce la protesta contro il caro carburante. La situazione è particolarmente pesante in Sardegna. I principali corrieri espresso nazionali hanno sospeso le spedizioni e le consegne da e per l’isola. Una decisione dovuta al perdurare dei presidi organizzati nei porti sardi dagli autotrasportatori che protestano contro il costo esorbitante del carburante. Presidi continuano […]